ENGIM presenta: “Diritti umani e ambiente: il caso dell'Amazzonia.

FOCSIV con ENGIM e Gcap Italia organizzano l'incontro “Diritti umani e ambiente: il caso dell'Amazzonia. Quali nuove azioni con i popoli indigeni per tutelare i diritti umani in contesti ambientali fragili". L'incontro si terrà a Roma il 26 ottobre dalle 9:30 alle 13:30 nella sede di ENGIM nazionale (in via delgei Etruschi, 7). Il convengo rientra nell'ambito del progetto Make Europe Sustainable for All e all'interno di Amazzonia: Casa Comune, cogliendo l'occasione della presenza a Roma dei rappresentanti delle popolazioni indigene per l'Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi della regione Panamazzonica. L'incontro sarà un momento di confronto e dialogo tra i leader indigeni, rappresentanti di organismi non governativi, della società civile, giovani e volontari sul tema della difesa dei diritti umani in contesti ambientali fragili nel quadro degli obiettivi dello sviluppo sostenibile. 

Riferendosi alla regione Panamazzonica, Papa Francesco pone direttamente, ancora una volta, l'accento sul nesso esistente tra godimento e tutela dei diritti umani e difesa ambientale quando parla di persone indigene, spesso dimenticate e senza la prospettiva di un futuro sereno, anche a causa della crisi della foresta amazzonica, polmone di fondamentale importanza per il nostro pianeta ". La giustizia sociale ed i diritti di questi popoli sono un'indicazione prioritaria di Papa Francesco che ha ribadito: "Il problema essenziale è come conciliare il diritto allo sviluppo, inclusione sociale e culturale, con la protezione delle caratteristiche degli indigeni e dei loro territori ". (III Forum dei Popoli Indigeni, il 15 febbraio 2017).

L'Amazzonia è una fonte importante di ossigeno per tutta la terra, lì si trova più di un terzo delle riserve forestali primarie del mondo. È una delle più grandi riserve di biodiversità e contiene il 20% di acqua dolce non congelata di tutto il pianeta. Mettendo piede per la prima volta in territorio amazzonico (Perù) il 19 gennaio 2018, il Papa ha espresso la sua preoccupazione per gli indigeni: "Probabilmente, i popoli originari dell'Amazzonia non sono mai stati così minacciati come adesso. L'Amazzonia è una terra contesa da più fronti. Diritti umani, ruolo dei governi, delle imprese e della finanza, tutela ambientale sono questioni strettamente interconnesse. L'estrazione delle risorse naturali minaccia i diritti umani delle popolazioni indigene e la conservazione della biodiversità. Questi sono i temi che si intrecciano quando si parla di Amazzonia.