Il Papa: "Il Sinodo ascolti i battiti di questo tempo e le angosce degli uomini"

Davanti a 80mila fedeli riuniti in Piazza San Pietro, Francesco ha lanciato un messaggio forte ai partecipanti: "Non aver paura delle differenze di opinioni". L'incontro è stato aperto dal cardinal Bagnasco, presidente Cei e dalle testimonianze di tre coppie. Domani il via ai lavori.

CITTA' DEL VATICANO - "Per ricercare ciò che oggi il Signore chiede alla Sua Chiesa, dobbiamo prestare orecchio ai battiti di questo tempo e percepire l"odore' degli uomini d'oggi, fino a restare impregnati delle loro gioie e speranze, delle loro tristezze e angosce. A quel punto sapremo proporre con credibilità la buona notizia sulla famiglia". Così  Papa Francesco si è rivolto ai fedeli in piazza San Pietro, durante la veglia di preghiera organizzata dalla Cei alla vigilia del Sinodo. "Conosciamo - ha aggiunto il Pontefice - come nel Vangelo ci siano una forza e una tenerezza capaci di vincere ciò che crea infelicità e violenza".

Il Papa ha parlato davanti a una folla di 80mila persone, che per ore hanno aspettato l'apertura di piazza San Pietro dove alle 18 è cominciata la veglia. Già dalla mattina i bus avevano paralizzato il traffico della zona, mentre le persone sostavano nella limitrofa piazza Pio XII, in via della Conciliazione o in Borgo.